10 – 11 – 12 novembre 2017 | VILLA CASTELBARCO – VAPRIO D’ADDA – MI

Le buone pratiche della Segheria Mobile – Boratt Petrolo al Campus Orienta per stimolare i ragazzi a una nuova filosofia di vita e di lavoro.

“Creare valore insieme alla natura”, ovvero restituire valore a legname altrimenti destinato a diventare legna da ardere o, peggio, allo smaltimento, trasformando un rifiuto in una risorsa. Questo è il messaggio che Boratt Petrolo vuole trasmettere ai prossimi studenti delle scuole medie superiori.

Saranno Carlo Petrolo, segantino ambulante fondatore di Boratt, presente nella giornata di sabato, e Raul Luraschi imprenditore e creatore di imbarcazioni, canoe di tipo polinesiano realizzate anche con l’utilizzo di Legno Urbano, ad accompagnare ragazzi, genitori e appassionati in questo percorso.

L’occasione è la XIX edizione di Campus Orienta, che ha l’obiettivo di far conoscere l’offerta formativa, educativa e didattica delle Scuole Secondarie di II Grado, gli Istituti Universitari e i Corsi Post diploma presenti nel vasto territorio milanese, bergamasco e province vicine. Nella corte d’onore di Villa Castelbarco i visitatori potranno vedere e toccare con mano cosa significa “creare valore insieme alla natura” e conoscere così una nuova professione, quella del segantino ambulante, per scoprire le enormi possibilità di recupero e riciclo del legno.

Dalla morte di un albero nasce un’opportunità di lavoro

Se vogliamo salvare il mondo dobbiamo coinvolgere i più giovani, per questo abbiamo scelto di partecipare al Campus Orienta – dichiara Carlo Petrolo – La nostra non è un’esibizione ma è la dimostrazione tangibile di una buona pratica: un albero invecchia, si ammala o diventa pericoloso e quindi bisogna abbatterlo. Il segantino ambulante dotato di segheria mobile interviene e lo taglia facendo di quell’albero assi da riutilizzare. Raul Luraschi prende le assi e realizza un’imbarcazione che utilizza in estate per portare a spasso i turisti. Un ciclo di azioni che diventa virtuoso e dimostra come dalla perdita di un albero possa nascere una professione.”

Presente all’evento in qualità di grande esperto costruttore anche il Dottor Andrea Alessandrini, che ha anticipato le tecniche costruttive nella piccola nautica e fondatore della storica ASA canoe di Milano.

Cos’è Legno Urbano

Il progetto LegnoUrbano è un movimento senza scopo di lucro che ha come missione la creazione di valore promuovendo l’utilizzo delle piante di città e quelle del Bosco dietro Casa.

LegnoUrbano è aperto a chiunque ritiene sia possibile creare un’economia nuova e innovativa partendo proprio dai boschi dietro casa, dai parchi e viali cittadini, luoghi pubblici o privati. Un movimento che si sta espandendo a macchia d’olio e che coinvolge diverse migliaia di persone appassionate, esperti e non esperti: dai falegnami provetti  ai tree climber, dagli scultori ai professori, dai privati agli enti pubblici. Un movimento trasversale che fa della natura un bene primario e necessario per  “creare valore insieme alla natura”.

 LegnoUrbano è cultura, ecologia, chilometro zero, rispetto, condivisione, gioia, festa.